Sky Italia si prepara ad entrare nel mondo della telefonia!

Sky Italia si prepara ad entrare nel mondo della telefonia!

Sky Italia si sta preparando ad entrare nel mondo della telefonia in modo da poter offrire dei pacchetti combinati con connessione internet ed i canali della sua offerta ad un prezzo scontato!

Sky Italia, la piattaforma televisiva italiana a pagamento con oltre 5 milioni di abbonati, si sta preparando a lanciare il suo servizio telefonico in Italia dopo aver già lanciato in Inghilterra nel 2016 Sky Mobile, che attualmente conta circa mezzo milione di abbonati.

La mossa, oltre ad aprire un nuovo possibile mercato, potrebbe servire a Sky per ampliare la sua base abbonati raggiungendo così anche i clienti abbonati alle pay-tv online. L’idea infatti prevederebbe di lanciare offerte commerciali combinate, ad esempio abbonamenti che prevedano una offerta internet abbinato ad uno dei pacchetti dell’offerta Sky (Sky TV, Sky Cinema, Sky Calcio o Sky Sport).

Il debutto salvo imprevisti sarebbe previsto per la fine dell’estate 2019, e l’imminente partenza del servizio è stato confermato dall’avvenuta iscrizione della società al ROC, il Registro Operatori delle Comunicazioni. L’iscrizione è un passo obbligatorio per chiunque voglia operare in Italia per offrire soluzioni di connettività. Altre conferme sono arrivate dal quotidiano Repubblica, secondo cui la pay-tv avrebbe sottoscritto un accordo con Open Fiber, compagnia al 50% di proprietà di ENEL ed incaricata della diffusione della connessione tramite tecnologia fibra in Italia. Accordo quindi che consentirà a Sky Italia di poter offrire soluzioni di connettività in fibra su tecnologia FTTH.

La possibilità quindi di offrire una linea internet veloce abbinato ad un pacchetto con i canali dell’offerta Sky e sfruttando anche le potenzialità offerte dal decoder Sky Q, già presente sul mercato italiano, potrebbe consentire all’operatore di ritagliarsi uno spazio in un mercato come quello della telefonia già saturo ed offrire una valida alternativa ad operatori storici come TIM, Wind o Vodafone.

Per tutto questo però è necessario anche delle figure chiave che conoscano bene il mercato italiano delle telecomunicazioni, per questo motivo secondo le indiscrezioni in rete sarebbe stato contattato per il ruolo di amministratore delegato Maximo Ibarra, conosciuto per aver guidato prima Wind e poi per nove mesi Wind Tre, l’operatore nato dalla fusione tra i due operatori, e che ora è alla guida dell’olandese KPN. Sembra inoltre sia stata contattata anche Tiziana Talevi, in passato direttore di Affari Regolatori e con un passato in AGCOM, figura che dovrebbe risolvere la problematica relativa al modem libero. Dal 1 Gennaio infatti l’AGCOM ha deliberato che i clienti degli operatori telefonici devono essere liberi di poter scegliere se utilizzare il modem proposto dall’operatore o preferirne uno differente, cosa che per Sky potrebbe costituire un problema dato che il modem secondo le indiscrezioni sarà parte integrante sia del servizio di connettività che per sfruttare l’offerta video.

Non resterà che attendere i prossimi mesi e scoprire tutte le novità che il lancio di questo nuovo servizio porterà con se.

Leggi anche:

Contattaci e chiedici maggiori informazioni!

Se ti servono ulteriori informazioni sull’offerta Sky o sulle altre nostre offerte, contattaci compilando il modulo di seguito con i tuoi dati e verrai ricontattato quanto prima.

Contattaci

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − 8 =